“Ma chi ha detto che non c’è”: a 40 anni dal ’77 @ Libreria modo infoshop, Bologna [14 novembre]

“Ma chi ha detto che non c’è”: a 40 anni dal ’77


262
14
novembre
18:30 - 21:30

 Pagina di evento
Libreria modo infoshop
via Mascarella, 24/b, 40126 Bologna
Che cosa è stato il ’77?
L’ultimo movimento politico del ‘900 o l’alba del nuovo secolo? L’anno delle P38 e la fucina del terrorismo oppure l’irriverente sperimentazione della comunicazione sovversiva e degli indiani metropolitani? L’annuncio dell’individualismo degli anni Ottanta o viceversa la ricerca di pratiche politiche critiche al di fuori degli schemi del comunismo novecentesco? Come inserirlo nella tormentata storia più ampia del Paese e in quella europea? E se non si trattasse di un vero e proprio movimento ma dell’agire simultaneo di soggetti diversi senza obiettivi e un coordinamento comuni? Infine, Bologna “la rossa” come ha rielaborato il trauma di quei giorni di marzo?
Ancora oggi — a distanza di quarant’anni — il ’77 sembra inafferrabile, schiacciato tra la memorialistica dei protagonisti e gli usi pubblici e politici dell’evento.

Approfittando dell’anniversario e di alcune recenti pubblicazioni (Alessio Gagliardi, Il ’77 tra storia e memoria, manifestolibri, 2017; Giuseppe Scandurra, Bologna che cambia. Quattro studi etnografici su una città, junior, 2017), ne discuteranno:

Alessio Gagliardi, Giorgio Gattei, Andrea Rapini e Giuseppe Scandurra

Alessio Gagliardi è ricercatore all’Università di Bologna dove insegna Storia contemporanea. Ha pubblicato ricerche sul corporativismo e sulla politica economica del fascismo oltre che numerosi articoli su riviste scientifiche nazionali e internazionali. E’ autore de Il ’77 tra storia e memoria (2017).

Giorgio Gattei ha insegnato Storia del pensiero economico all’Università di Bologna pubblicando articoli e volumi di storia sociale, di storia economica e di storia delle dottrine economiche. Durante il ’77 ha partecipato alla realizzazione della rivista “Il Cerchio di gesso”.

Andrea Rapini è Chercheur Résident presso l’École Française di Roma. Ha studiato lungamente in Francia e si è occupato di storia e memoria dell’antifascismo, di storia industriale, di storia dello stato sociale.

Giuseppe Scandurra insegna Antropologia Culturale e Urbana presso l’Università degli Studi di Ferrara. I suoi ambiti d’interesse spaziano dall’antropologia urbana ai processi di esclusione sociale, allo sport e al rapporto tra scienze sociali e letteratura. È membro del Comitato Scientico dell’Istituto Gramsci Emilia-Romagna, co-fondatore del gruppo di ricerca transidsciplinare “Tracce Urbane“, co-direttore del Laboratorio di Studi Urbani e co-direttore della rivista T.U. Italian Urban Studies Review. Tra le sue ultime pubblicazioni Bologna che cambia (2017).
Discussione
image
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Effettua una veloce registrazione o autorizzazione.

Eventi prossimi @ Libreria modo infoshop:

Il piacere non è nel programma di Scienze! di Nicoletta Landi
Libreria modo infoshop
Un attimo prima un romanzo di Fabio Deotto
Libreria modo infoshop
Fiabe svedesi, un'antologia a cura di Bruno Berni
Libreria modo infoshop
Guida alla Mosca ribelle un libro di Valentina Parisi
Libreria modo infoshop
Racconti molesti un libro di Francesco Cusa
Libreria modo infoshop
Pittura ZEN workshop a Bologna
Libreria modo infoshop
La storia di una foto Raccontare attraverso le immagini
Libreria modo infoshop

Eventi più atteso in Bologna :

Max Nek Renga - Bologna 20 Gennaio SOLD OUT
Unipol Arena
Sold Out! Chinese Man live in Bologna - Estragon
Estragon Club
Cristina D'Avena & Gem Boy Show - Estragon
Estragon Club
Metallica live a Bologna // WorldWired Tour
Unipol Arena
Modena City Ramblers - Irlanda in Festa Bologna
Estragon Club
Måneskin in concerto a Bologna **Sold out**
LOCOMOTIV CLUB Bologna
Into the Wild Night | Bologna
LOCOMOTIV CLUB Bologna
Thirty Seconds To Mars | Unipol Arena European Tour
Unipol Arena
Metallica | Unipol Arena - The WorldWired Tour
Unipol Arena
Gli eventi più popolare nel tuo newsfeed!