InsOrti - Festival d'Arte performativa site specific @ Ai 300 scalini, Bologna [dal 15 su 17 settembre]

InsOrti - Festival d'Arte performativa site specific


672
15 - 17
settembre
18:30 - 23:55

 Pagina di evento
Ai 300 scalini
via casaglia 37, 40100 Bologna
Insorgere: come levarsi contro. O, piuttosto, levarsi verso. Insorgere, come sorgere, come sollevarsi e anche come manifestarsi. Negli orti. Con il tempo, la misura e la resilienza delle piante, con la forza lenta delle radici, con la varietà colorata dei frutti, con l'imprevedibilità delle viti.

InsOrti, al suo secondo anno di vita, muta forma, si adatta e si radica al suo territorio, lo spazio Ai 300 scalini — gestito dal 2014 dall'associazione Teatro dei Mignoli di Mirco Alboresi, e dalla comunità di “ortisti” che da allora ha iniziato incessantemente ad abitare, curare, coltivare, ri-pensare il luogo, in un'ottica sempre comunitaria e orizzontale.

InsOrti, quest'anno sotto la direzione artistica di Mirco Alboresi, Debora Binci e Barbara Baldini, porta come sottotitolo Festival d'arte performativa site specific. Grazie al contributo della Fondazione Del Monte abbiamo aperto una chiamata a progetti site specific aprendo lo sguardo non solo al teatro, ma a qualsiasi forma di “performatività”.

Diciassette i progetti che ci sono stati inviati, dei quali riusciremo infine a ospitarne non due (come annunciato da bando), ma quattro.
Accanto ai progetti selezionati di Elena Guerrini (teatro), Veronica Capozzoli (circo e danza), Alessandra Marolla (arti visive) e Roberta Zerbini (danza e improvvisazione musicale), sempre nell'ottica “kilometro 0” amata e praticata dai Mignoli già nel progetto La cultura in condominio, il festival ospiterà dei momenti offerti dagli “ortisti autoctoni”, come il sound di sabato 16, la merenda condivisa e le attività olistiche di domenica 17.

Una maniera per ri-presentarci vicendevolmente — noi, i fruitori, gli artisti, il luogo – un incontro, e un momento per sperimentare l'arte in un luogo sia agricolo che selvaggio, dove la natura detta i tempi e le regole.
La seconda edizione del Festival InsOrti, quest'anno aperto a tutte le forme d'Arte performativa.

Oltre ai progetti site specific delle compagnie selezionate sono tanti gli eventi in programma nelle tre giornate di Festival nello spazio Ai 300 scalini.

VENERDì 15 SETTEMBRE

ore 18:30
Ritrovo allo scalino numero uno
Piccolo rituale di inizio festival e risalita degli scalini (via di Casaglia 37)

La direzione artistica di InsOrti, Mirco Alboresi, Debora Binci e Barbara Baldini, assieme a tutta la popolazione di Ai 300 scalini invitano il pubblico a farsi comunità ancora prima di cominciare. Un rituale piccolo piccolo, come un seme. Un momento da concedere al percorso, a questi 300 scalini con cui abbiamo deciso di battezzarci, percorrendoli a piedi insieme.
Ci vediamo in via di Casaglia 37, al primo dei 300 (in realtà 305) scalini, in via di Casaglia 37. Un momento per presentarci, ri-conoscerci, intraprendendo assieme la salita come fosse un simbolico percorso iniziatico, i primi passi; l'inizio di questa seconda edizione di InsOrti.

ore 18:45
D.
Solchi di corpi, innesti di movimento
Performance di circo site specific a cura di Veronica Capozzoli

Cosa può nascere quando un artista di circo viene piantato nel terreno di un luogo come Ai 300 scalini? Che tipo di innesto ne può derivare, nel momento in cui apre la ricerca sulle possibilità che questo luogo gli da e la sua tecnica e la sua arte prendono posto in questo nuovo contesto?
D. è l'esito di un workshop gratuito per artisti di circo, danza e teatro fisico a cui verrà offerto un percorso di tecniche di ricerca e sperimentazione e scrittura coreografica, per poi applicarle nella creazione site specific di un numero di circo o una coreografia.
D. è un'idea con ingredienti naturali, con alto contenuto di fibre e azzardo, adatta a tutti i tipi di pubblico e libera da preconcetti, limitazioni e vincoli. Un'idea originale il cui risultato non è prevedibile, ma la cui coltivazione sarà 100% Bio.

Bar aperto dalle 18:30 a mezzanotte
INGRESSO A OFFERTA LIBERA

SABATO 16 SETTEMBRE
dalle 18 a mezzanotte
Quando l'abbandòno genera resistenza
Intervento site specific
di Alessandra Marolla

“Quando l’abbandòno genera resistenza” è un progetto d’intervento site-specific che cerca un dialogo con il luogo, la sua natura e le persone che lo vivono attraverso l’utilizzo dei suoi spazi e degli elementi che lo caratterizzano. Tracce di foglie sulla carta, impressioni fotografiche e piccoli oggetti dal valore simbolico s’intrecciano al paesaggio esistente per delineare nuove alleanze, possibili legami con l’altro da sé, attraverso la pratica della partecipazione e della condivisione. La memoria futura, il segno che s’incide nel paesaggio, attraversandolo, sono il tema dell’intervento.
Nella parola abbandono il dòno, come atto del donare “Quanto viene dato per pura liberalità,
per concessione disinteressata o abnegazione, per grazia divina”. Così, il luogo abbandonato diviene un dòno per tutti, una restituzione alla collettività. Da cui, una lenta e continua ma tenace e pacifica resistenza, dentro la quale tanta esistenza di coloro che quotidianamente o solo di passaggio, lo conoscono, lo vivono e lo attraversano.
Alcuni dei preziosi principi della permacultura ispirano questo progetto divenendone guida essenziale, da cui la sintesi “osservo e interagisco, senza produrre rifiuti (materiali e intellettuali) e cercando di valorizzare il margine e la differenza”.

ore 18:30
Cristalli
Azione per tre chitarre elettriche e cinque danzatrici
Concept, coreografia e regia di Roberta Zerbini. Danzatori: Beatrice Bernardoni, Martina Delprete, Flavia Grendene, Celeste Martellini. Musica di Cristian Sandri

Cristalli è una performance di danza e musica site specific per i 300 scalini. Focus della creazione è la massa e i suoi “cristalli” ovvero le singolarità di cui è composta. Un’azione fisica energica e potente, caratteristica della giovane età degli interpreti (18-25 anni). Singolarità e pluralità, come si percepisce la massa? in cosa si riconoscono i giovani oggi? La massa è legata al potere? La massa ha un potere? La perfomance vuole dialogare con il luogo ospitante utilizzando partiture di corpi in movimento e con l’immaginario sonoro che la band di musicisti dal vivo potranno evocare. Non un tracciato semantico lineare, visioni e suggestioni altre, non tempo lineare, ma denso e dilatato.

dalle 21 a mezzanotte
Downtempo & Tropical sound

Selezione musicale a km zero tra ritmi downtempo e territori tropicali. Nel frattempo bar aperto con vini locali e birra.

Bar aperto dalle 18:30 a mezzanotte
INGRESSO PER L'INTERA GIORNATA 7 €
(per chi entra a partire dalle 21 nel biglietto di ingresso è compresa una consumazione al bar)

DOMENICA 17 SETTEMBRE
dalle 10 alle 16
Pratiche Olistiche Ai 300 scalini
Tre momenti di pratica, yoga e meditazione, proposti dalla comunità olistica dei 300 scalini

ore 10 → Hatha — Yoga a cura di Roberta Rizzi
ore 11:30 → Meditazione delle 4 direzioni (antica tecnica sufi)
ore 16 → Osho Kundalini meditazione attiva

dalle 12 alle 20
Merenda site specific
Porta quel che vuoi a patto che lo mangiamo insieme. A dissetarvi ci pensiamo noi.

Approfittiamo del pomeriggio domenicale dell'ultima giornata di festival per un pranzo/merenda comunitaria. Porta quel che vuoi e condividilo, noi ci mettiamo i tavoli e le sedie. E non solo. Nelle ore del pranzo (non la sera) sarà a disposizione una griglia: ogni interessato porti con se, oltre ai viveri da grigliare, anche la propria carbonella. Per le bevande ci sarà il nostro bar (no bevande da fuori).

ore 21
Orti Insorti e altre ri-evoluzioni
Parole itineranti (con vino)
di e con Elena Guerrini, con Andrea Arrighi alla chitarra

Lo spettacolo di Elena è uno spettacolo in continua ricerca. Una narrazione che compie dieci anni e che da due è stata ripensata eliminando la distanza per favorire l’incontro con le Comunità che ospitano lo spettacolo. Quindi non una replica. Orti Insorti sarà una narrazione con musica pensata appositamente per Ai 300 scalini, che prende spunto dallo spettacolo Orti Insorti di Elena Guerrini, con l'accompagnamento della chitarra di Andrea Arrighi.
La narrazione si svolgerà itinerante e circolare, partendo dalla serra fino a tornarci, passando per il frutteto: il seme che percorre tutto il suo percorso e diventa frutto… Perché siamo tutti Agri-cultori!
Al termine dello spettacolo merenda maremmana condivisa, con pane vino e zucchero.

Bar aperto dalle 12 a mezzanotte
INGRESSO 7 €

Come arrivare?
Da via Saragozza imboccare via di Casaglia, proseguire per circa 2 km, fino al civico 37 (scuole Longhena). Da li cominciano i 300 (in realtà 305) scalini che portano fino al nostro spazio.
Incentiviamo sempre, e in occasione di un festival di arte site specific più che mai, l'arrivo a piedi. Anche per questo tutte le attività inizieranno quando è ancora giorno.
E' possibile, piuttosto che seguire via di Casaglia, anche partire da Villa Spada, seguendo il sentiero CAI 903.
E' possibile parcheggiare l'auto all'interno dei cancelli della scuola, sarà presente un nostro collaboratore ai cancelli che saranno aperti dalle 19 alle 21.

— Il Festival è organizzato dal gruppo Ai 300 scalini e dal Teatro dei Mignoli.
Con il contributo di Fondazione del Monte.
Discussione
image
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Effettua una veloce registrazione o autorizzazione.

Eventi più atteso in Bologna :

Queens Of The Stone Age in concerto a Bologna
Unipol Arena
Depeche Mode at Unipol Arena (Bo) 13/12/17
Unipol Arena
Caparezza | Unipol Arena
Unipol Arena
Depeche Mode | The Global Spirit Tour Unipol Arena
Unipol Arena
Ligabue in concerto - Bologna (recupero del 07/04)
Unipol Arena
Finger Food Festival Bologna
Parco Della Zucca
Fabri Fibra - 11 novembre Bologna, Estragon
Estragon Club
Gramatik | Estragon Club - Bologna 04/11/2017
Estragon Club
ROBOT NIGHT
Link Bologna
Gli eventi più popolare nel tuo newsfeed!