Upside Down w. Amp Fiddler, Sadar Bahar, Kai Alce & more @ Link Associated, Bologna [24 giugno]

Upside Down w. Amp Fiddler, Sadar Bahar, Kai Alce & more


780
24
giugno
18:00 - 06:00

 Pagina di evento
Link Associated
via Fantoni 21, 40127 Bologna
L'America black a confronto con l'unica Italia in grado di tenergli testa. 12 ore all'aperto con alcuni degli artisti migliori della scena, autori — come poc'altri — di una musica sanguigna e viscerale che trova sempre le sue radici nella cultura nera del funk e del soul: Amp Fiddler, santone della musica nera, colui che insegno a J Dilla ad utilizzare un MPC; Sadar Bahar, “‘il dj dei dj”, secondo il grande Theo Parrish; Kai Alce, l'uomo che ha reso Atlanta una costola importante della Motor City; il venerato maestro del vinile Claudio Coccoluto, un pezzo di storia del Made in Italy; il sound cinematografico dell'ensamble 291 Out. E ancora Reeke, Dadame e gli eroi locali Luca Trevisi, Gino Grasso, Dino Angioletti.

Line Up:
> Amp Fiddler
> Sadar Bahar
> Kai Alce
> Claudio Coccoluto
> LTJ vs G&D
> 291out live
> Reekee
> Soul Boy
> Nas1
> Dadame
> Frequency Modulation
> Andrea Bassi

Powered By: B.U.M. soundsyste & Martin Audio Ltd

Per questo evento NON sarà richiesta alcuna TESSERA.

Amp Fiddler ha scritto, registrato e suonato con Prince, Jamiroquai, George Clinton, Seal, Moodymann e Corinne Bailey Ray. Ha insegnato a J Dilla come utilizzare un MPC, presentandolo poi a Q-Tip.
La sua musica prende spunti stilistici da tutti questi incontri, con radici nel funk e nel soul.
È senza dubbio uno dei più grandi talenti della Motor City e ora è pronto a tornare alla ribalta con un prossimo LP in collaborazione con Moodymann a cura della Mahogani Music in uscita nei prossimi mesi.

Sadar Bahar è nato a Newark negli anni '60. È uno dei pochi dj che mantiene la tradizione dei leggendari Ron Hardy e Frankie Knuckles. Definito da Theo Parrish come “il dj dei dj”, Sadar già dai primi anni 80 suona nel circuito dei roller rink e diventa un regular al Warehouse e al Music Box. Negli anni sviluppa uno stile che lo porta a mixare i classici della scena di Chicago e lati B di mix mai suonati prima. La sua è un house calda e seducente, tra la deep e la disco, piena di melodie cosmic e vodoo funk.

Di Kai Alce parlano i suoi dischi, la sua passione e la sua bellissima storia. Un percorso regolare, a regola d'arte, partito con gli ascolti jazz del padre e passato obbligatoriamente attraverso l'hip hop fino ad approdare a quell'house che, grazie a lui, ha reso Atlanta una costola importante della Motor City. Dalla Detroit che l'aveva conquistato durante un periodo di lavoro al Music Institut, fianco a fianco con gente come Derrick May e Kevin Saunderson, e che si è portato dietro con un approccio sempre libero e indipendente — vedi le uscite su Mahogani Music (etichetta di Moodyman), FXHE (Omar S), Real Soon (UK) e Deep Explorer Recordings — fino alla sua propria etichetta Ndtal Muzik, acronimo che raccoglie le iniziali dei luoghi della sua vita (New York, Detroit, Atlanta), Kai continua a respingere la perfezione digitale, a favore di un sound caldo e umano come pochi.

Claudio Coccoluto è un pezzo di storia del made in Italy. Un venerato maestro che ha votato la sua vita al vinile, e oggi ci fa da padre, perché in un certo senso ci ha svezzati tutti quanti. Ha più di 50 anni ma è ancora sul pezzo con un entusiasmo e una passione che mancano a troppi «superstar djs». In tempi di smaterializzazione del supporto, reinventa il vinile, tanto che i suoi dj set più recenti sono esclusivamente a base di 12 pollici fatti girare come se — letteralmente — non ci fosse un domani. Uno che continua a percorrere contromano le autostrade della musica.

Delle storie singole di Gino Grasso e Dino Angioletti si sa ormai praticmanete tutto. Dino membro dei Pasta Boys e Bassa Clan, ha lavorato da 20 anni ad oggi in tutti i locali più famosi di italia ed europa; Gino Grasso, collezionista di dischi e membro della famosa Garage Paradise crew è uno dei maggiori conoscitori italiani della disco. Il duo è insieme quasi per gioco, con ormai più di dieci release alle spalle. Ultimamente hanno lavorato al Bussey Building di Londra per il party Jazz carnival e l'itinerante Not For Sale, ma è raro vederli insieme dal vivo: un motivo in più per raggiungerli ad Upside Down.

Luca Trevisi è uno dei più grandi cultori del vinile e del suono analogico. Un veterano della scena nazionale, collezionista e produttore, che sa trattare la materia dance con amore e rispetto, che ne conosce la storia e le pieghe più recondite, egualmente a suo agio con disco, funk, breakbeat, acid jazz, latino e house.

Media Partner: Soundwall, zero.eu, SoundBound.it
Discussione
image
Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.
Effettua una veloce registrazione o autorizzazione.

Eventi più atteso in Bologna :

Andiamo a Cercare La Svastica a Bologna Fatta Da Calcutta
Bologna, Italy
Tiziano Ferro - Bologna, Stadio Dall’Ara
Stadio Dall'ara Bologna
Global Spirit Tour | Bologna
Stadio Renato Dall'Ara
Depeche Mode Live Gratis al Curvone con Vinello e Missiloni
Parco di Villa Spada a Bologna: gruppo di iniziativa
Cena tra i Ciliegi: Social Eating in Campagna
Vignola
Depeche Mode - Stadio Renato Dall'Ara, Bologna 29/6/17
Stadio Renato Dall'Ara
Damian Marley | Bologna, Estragon
Estragon Club
Le vie dei mostri a Bologna!
Piazza Galvani
Tiziano Ferro at Stadio Renato Dall'Ara, Bologna
Stadio Renato Dall'Ara
Après La Classe - BOtanique Festival - 30 giugno 2017
BOtanique
Gli eventi più popolare nel tuo newsfeed!